Luoghi della memoria, tra continuità e discontinuità insediativa: alcuni casi nell’Italia meridionale…

Massimo Osanna, Università della Basilicata

Luoghi della memoria, tra continuità e discontinuità insediativa: alcuni casi nell’Italia meridionale dell’Età del Ferro

RESUME :  Il tema che si vuole affrontare riguarda il problema della definizione di luoghi della memoria, agganciati a tombe o case di personaggi di rango, negli insediamenti dell’Età del Ferro in Italia meridionale: si prenderanno in considerazione in particolare alcuni casi diversi relativi a gruppi culturali differenti stanziati tra Puglia e Basilicata, in modo da analizzare come ogni cultura elabori la dimensione temporale della memoria, collegandola alla scelta di spazi emblematici. I casi di Torre di Satriano, nella Basilicata nord-occidentale, quelli di Lavello e Ascoli S., tra Basilicata e Puglia settentrionali (c.d. area « daunia »), permettono di seguire il fenomeno tra VII sec. e III sec.a.C., ossia fino alle trasformazioni intervenute con la « romanizzazione dell’area.

Raphaël Golosetti

Professeur contractuel Université de Lille 3

More Posts

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *